Stupratori di Casa Pound: 3 infallibili strategie difensive all’opera

L’increscioso avvenimento che vede due attivisti di Casa Pound accusati di stupro non deve far perdere la testa al movimento che, comunque, invita a non generalizzare.
Ho buttato giù 3 strategie difensive che, vista la tipologia della situazione e del movimento, potrebbero adattarsi bene.
Non mi sono impegnato granché ma sono pronto a scommettere che, nella realtà, non si andrà molto lontano dal seminato.

Ah! Se questo articolo ti offende, vattene a fanculo.
Che cazzo pensavi di trovare?
Dobloni?

  1. E’ stata legittima difesa

    La donna era entrata nel locale circuendo i due attivisti con le sue arti ammalianti femminili.
    Una volta dentro il locale li ha aggrediti e loro si sono difesi.
    La violenza sessuale?
    Un modo per tenerla sedata.

  2. Complotto comunista (oltre che giudaico massonico)

    La donna le cui frequentazioni giudaico massoniche non sono state provate ma non vuol dire che non esistano (anzi, proprio perchè non si trovino questo avvalora la tesi che sia un agente segreto al loro servizio) è stata la pedina per un preciso attacco ai due militanti di Casa Pound.
    L’intero caso è stato montato grazie a false testimonianze, falsi video e giornalisti conniventi con i poteri delle coop rosse.

  3. Fantasie perverse

    I due ingenui ragazzi sarebbero stati convinti dalla donna ad assecondare le perverse fantasie sessuali di una donna ben più anziana di loro.
    La donna avrebbe spiegato che adorava farsi picchiare e poi essere posseduta priva di sensi mentre il tutto veniva filmato.
    I due ragazzi avrebbero acconsentito solo perchè la donna avrebbe tirato fuori una storia pietosa nella quale lamentava di non trovare partner (veri uomini) capaci di soddisfarla.
    Mossi a compassione l’avrebbero accontentata.
    L’infingarda però non aveva menzionato che parte della sua fantasia era poi anche la denuncia e la gogna mediatica.

    Al vaglio il complotto alieno.
    Attendete fiduciosi.

Annunci

Il complotto di Notre Dame

Buonasera Hank. 
Voglio proporti una mia elaborazione riguardo all’incendio di Notre Dame de Paris. 
Ho letto tutti i resoconti e ci sono diversi elementi che non quadrano ma non voglio dilungarmi in questo. 
Quello su cui voglio mettere luce è il fatto che “anche se” si fosse trattato di un attentato (nota bene le virgolette) di sicuro il governo Francese di Macron, con tutto quello che sta succedendo in Libia l’avrebbe coperto. 
Perchè l’ultima cosa che vuole un governo che sta cercando di mantenere ben saldi i propri interessi in Libia (e ben slegati dall’unione europea, il furbetto), è un’ondata di sdegno verso l’islamizzazione crescente del proprio paese. 
Che dici? 
Ci ho preso? 

Th3Insp3ct0r

Secondo me sei completamente fuori strada, a cominciare dal fatto che mi chiami per nome. Chi cazzo ti conosce?
Sei completamente fuori strada ma non riguardo alla domanda.
Riguardo proprio al modo di ragionare che hai.
Fila perfettamente quello che dici.
Se davvero ci fosse un reale interesse politico a nascondere i fatti i fatti sarebbero stati nascosti. Garantito, così come garantito che qualche sbavatura non sarebbe sfuggita ai complottare più attenti per i quali, a ragione o meno, sarebbe stato servito un bel piatto di controinformazione per assicurarsi che venissero ben identificati come complottari.

Fila anche il contrario.
Perchè a discapito di tutto magari è solo un cazzo di incendio.

Ma la questione non è questa.
La questione è che non hai modo, nessun modo, con le informazioni che hai a disposizione, di verificare se hai ragione o torto. Quello che ipotizzi, concretamente, non ha più valore delle teorie sui viaggi nel tempo.
Quindi tutto si riduce al modo con cui vuoi vedere il mondo.

In che mondo vuoi vivere?
In un mondo in cui un incendio può capitare?
In un mondo in cui esistono complotti per ogni cosa?
Se vuoi proprio il mio parere per me è stato il gatto in foto.

Mi sembra la cosa più plausibile.
Ai gatti non frega un cazzo di niente.

Come si fa ad uccidere una persona?

Caro Sergent Zimm.
Solo una curiosità e credo che tu possa rispondermi. 
Come si fa ad uccidere una persona?
Carlo B.

Ciao Carlo.
Vaffanculo.
Una curiosità? Davvero? Tutto bene?
Ti va di lusso che oggi sono in buona, sennò traccerei il tuo IP per darti due calci in culo appena sfornati.

Uccidere una persona non è possibile.
Si elimina un obiettivo, un bersaglio, si compie una missione.
Non si uccide una persona.
A meno di non essere un sociopatico uccidere un altro essere umano è qualcosa che va contro la nostra natura.
Cristo, non siamo mica dei barbari.

 

Come controllare la fedeltà della propria ragazza

La mia ragazza mi tradisce?

La mia ragazza mi tradisce?

Caro Sergente Zimm,

Ho un problema che mi assilla. Come faccio a sapere se la mia ragazza mi è fedele? Scusa se è una domanda stupida ma non ci dormo la notte. Puoi aiutarmi?

Grazie.

Enrico B.

Caro Enrico non devi preoccuparti. 
Non esistono domande stupide ma solo stupidi che fanno domande. 
Non che sia il tuo caso. La domanda è molto intelligente e riflette un sano modo di vivere la coppia. 
Purtroppo è mal posta.
Cosa intendi esattamente? Intendi se hai tutto il suo cuore? Alludi ad altre parti del corpo?
Stiamo parlando di orifizi vero?
Permettimi di sospettare che tu alluda a questa possibilità. 
Traduco allora la tua domanda in: “Come faccio a sapere se gli orifizi della mia ragazza non vengano adoperati anche da uccelli diversi dal mio?”
La questione è interessante e, se la cosa ti solleva, largamente dibattuta. Ovviamente ci sono diverse filosofie di pensiero e teorie in merito. Ti propongo la mia.
 
Sfruttando le più avanzate tecniche psicologiche della Programmazione Neuro Linguistica ti offro tre metodi d’indagine.
 
Indagine visiva: Microsegnali nelle espressioni facciali potrebbero rivelarti che qualcosa nel vostro rapporto sta cambiando. E’ il momento di aprire una serena discussione e verificare, attraverso domande mirate in che modo i suoi accessi oculari rivelano se è sincera o sta mentendo. Oppure: Piazza una camera nascosta nella camera da letto. Registra cosa accade quando non ci sei. Fai sapere al mondo come è andata condividendo il video con il web.
Indagine auditiva: Il timbro della voce, il rimo del respiro e le pause di “sottolineatura” rivelano moltissimo. Se sarai paziente e ti metterai in una posizione di ascolto potresti captare delle “disarmonie” e avere dei segnali su cui indagare. Più semplicemente potresti piazzare un registratore. Si, sempre in camera da letto. Bonus aggiuntivo potresti scoprire quali sono i suoi ansiti in prossimità dell’orgasmo. Quelli veri.
Indagine cinestetica: Nessuno, come diceva Feldenkrais, può mentire quando tocca. Vi abbracciate? Come sono questi contatti? Oppure: Durante il sesso orale senti un saporino strano e nuovo?
 
Buona ricerca e fai sonni tranquilli.
Se hai questi sospetti probabilmente è lei che la notte dorme poco.

Adoro il profumo di Napalm la mattina presto

A cosa stai pensando?

Una respirazione che espanda completamente il torace usando appieno la capacità polmonare non si ferma al solo utilizzo del muscolo del diaframma.

Una respirazione che espanda completamente il torace usando appieno la capacità polmonare non si ferma al solo utilizzo del muscolo del diaframma.

Avete mai risposto a questa domanda quando ve la fanno? Sinceramente intendo.

Mai, probabilmente. Anche perché in genere sono le donne che fanno questa domanda. 
Gli uomini si fanno i cazzi propri. Ironia, proprio loro che capirebbero quello che state pensando veramente.
 
Tipo che il rutto che state dispensando a piccolissime rate rischia di esplodervi tra le mani da un momento all’altro.
Oppure che vorreste sbattervi la cameriera tettuta del pub così forte da lederle le vertebre cervicali.
Sempre che non riguardi la stessa tipa che vi ha fatto la domanda.
Ci metterei anche in mezzo fantasie più estrose. Come immaginare quante persone si calpesterebbero tra di loro se urlaste fortissimo “Allah è grande!” mostrando sotto il cappotto una cintura di wustel.
Wustel viennesi ben inteso, di quelli giganti, perché va bene che la gente non capisce un cazzo ma meglio non tirare troppo la corda. 
Oppure irrompere in una congrega di fondamentalisti a bordo di una biga romana. Ruote falcate ovviamente.
Non disdegnerei nemmeno l’immaginare di possedere i poteri oscuri della forza. 
Strozzare qualcuno con il pensiero deve dare delle belle soddisfazioni.
 
Così la risposta è ovviamente: Niente. O a qualche stronzata come … “il calcio.”
Care femminucce. Non credeteci. 
Sta fantasticando cose orrende. 
A nessun uomo piace il Calcio. 
… è solo che evidentemente è meglio di voi.
 
 
 
 

Quello che mi fa incazzare di lui.

Schermata 2016-04-19 alle 11.47.48Caro Sergente Zimm,

Ma come si fa?

Amo il mio ragazzo ma veramente mi da sui nervi tutte le volte che evita di affrontare le cose (io invece cerco di risolvere tutto subito), cerca di consigliarmi su come devo fare le cose ( e allora gliele scarico… visto che è tanto bravo), si offende ed evita di parlare del motivo per cui si è offeso per poi fare finta di nulla giorni dopo ( … e no bello mio adesso sono io quella incazzata), e la peggiore di tutte: lui che cerca di abbracciarmi o toccarmi mentre sono incazzata e voglio litigare.

Ti giuro se non avesse questi difetti sarebbe un rapporto perfetto.

Cosa devo fare?

Emma-e-basta

Oh Emmaebbasta…  non devi fare nulla. So che spesso ti hanno detto che i problemi nelle relazioni non si risolvono da soli e che le cose vanno affrontate prima che peggiorino. Ma questa è la proverbiale eccezione che conferma la regola. Non farti traviare dalla tua splendida caratteristica di cercare di risolvere tutto il prima possibile.

Pazienta, il tempo farà il lavoro per te.

Come? dirai tu. Semplicemente essendo te stessa. Semplicemente rimanendo quello splendido esemplare femminile che sei: ricca delle sue necessità vibranti di sfumature; giustamente desiderosa di un compagno abbastanza sensibile da cogliere i tuoi sentimenti ma deciso nell’azione; capace di sostenerti quando hai problemi ma restio nell’offrirti soluzioni che ti infastidirebbero; pronto a sobbarcarsi per te ciò che non vuoi fare e disposto ad essere felice per te anche quando sta male, è turbato, ha problemi al lavoro o altro; soprattutto abbastanza paziente da sapere quando hai bisogno di sfogarti e quando, passata la tempesta deve trovarsi pronto ad accoglierti a braccia aperte.

Devi solo continuare ad essere quello che sei e il tuo rapporto presto sarà bello come in una luminosa fotografia di primavera.  Quella che magari ti piace guardare anche adesso e che vi ritrae sorridenti ed assieme come una cosa sola. La vita fermata in un picco di gioia rapido come il click della macchina fotografica. Credici e vedrai senza nemmeno accorcerete e senza un vero perché ti troverai sola a guardare quella foto. Il rapporto con il tuo lui sarà finalmente perfetto. Niente più difetti niente più battaglie, niente preoccupazioni. Finalmente sola.

Magari potrà scenderti una lacrimuccia per tutto ciò che crederai di aver perso. Magari la tristezza potrebbe stringerti troppo forte e nascondere la logica soddisfazione per ciò di cui ti sei liberata.

Non pensarci e se proprio proprio non ce la fai chiamami. Verrò a darti sostegno.

Ti darò tutto ciò che il tuo attuale ragazzo non potrà mai darti.

Farti soffrire per davvero.

Perché gli uomini pensano sempre al sesso?

Caro Sergente Zimm.

Un mio carissimo amico mi ha confidato che i ragazzi pensano spesso al sesso.

E’ vero che fanno fantasie in continuazione?

Farà fantasie anche su di me?

Tanya

 
Soprattutto su di te. 
Non penserai davvero che ti è amico?
Almeno secondo la definizione generale di amicizia nel mio personalissimo vocabolario:
“Due persone capaci di darsi reciproco sostegno senza desiderio di inserire organi genitali in orifizi corporei”
Poi fai tu. 
Comunque non mi preoccuperei troppo fossi in te. 
Vedi, anzitutto, il concetto di fantasia sessuale va ridimensionato. 
Se per le donne in genere è un qualcosa che implica tutta una serie di emozioni e sensazioni, per gli uomini non è così totalizzante.
E’ più una specie di esercizio di stile.  Quasi un riflesso meccanico.
Guardi una donna e pensi come dev’essere a letto.
Nei dettagli. 
 
Perché?
 
La straordinarie capacità del cervello maschile di passare in rassegna tutte le posizioni di accoppiamento note, più diverse meno note ed alcune di propria ideazione, è qualcosa che lascia gli scienziati ancora attoniti.
Eppure quest’abilità è stata la caratteristica che ha consentito all’uomo paleolitico di fare fronte alle difficoltà della caccia diventando abilissimo, a seconda della preda ad elaborare piani differenti e all’occasione a saper improvvisare.
Questo retaggio, che poi ha consentito di traghettare la specie umana dalla fase “cacciatori-raccoglitori” a quella allevatori e quindi agricoltori, è stata così utile che ancora oggi è parte integrante del nostro corredo genetico.
Oggi questo stile di pensiero si estrinseca nella capacità media di un ragazzo giovane e sano di immaginare di sbattersi la propria compagna di banco sul medesimo banco così forte da far cadere le gomme meticolosamente sedimentatesi negli anni sotto il pianale di compensato.
E’ per questo stesso motivo che gli uomini tra di loro tengono in gran conto dello sfoggio di eterosessualità con frasi del tipo “va … va che troia… cazzo… pure on i capelli a coda di cavallo… roba da tenerglieli facendo un nodo e punirla da dietro a minchia e sculacciate”;
frasi del genere simboleggiano la propria capacità di ingegno ( l’immagine per quanto lievemente volgare è particolarmente elaborata) e pertanto le proprie abilità come possibile compagno nella caccia.
 
Riassumendo, cara Tanya, anche se la risposta alla tua domanda è si, non ha molto senso preoccuparsi del tuo amico.
Non più di quanto ne abbia preoccuparsi di ogni singolo uomo dai dieci anni in su che incontri per strada.